sabato 25 maggio 2019

Third Editions: arriva a fine agosto un nuovo volume sulla carriera di John Carpenter


Uscirà il 29 agosto attraverso la casa editrice francese Third Editions un nuovo libro dedicato alla carriera di John Carpenter, dal titolo Les Masques Du Maitre De L'Horreur (in italiano, Le Maschere Del Maestro Dell'Orrore).
Il volume, scritto dal giornalisto cinemtografico Stèphane Bouley, ripercorrerà i primi 50 anni di carriera del filmaker americano, analizzando la sua opera attraverso un'attenta analisi pellicola per pellicola.

Il libro (per adesso non è prevista un'edizione italiana) è già disponibile al pre-order su amazon.it al prezzo di poco inferiore ai 25 euro. 

sabato 18 maggio 2019

Halloween: ecco perchè in Italia sarà diifficile vedere un cofanetto con tutti i film della saga


Come ormai la stragrande maggioranza di voi saprà, lo scorso 1° aprile la Midnight Factory ha annunciato per ottobre (presumibilmente il 31 del mese), l'uscita di una Limited Edition del grande classico del cinema horror Halloween, diretto da John Carpenter nel 1978 e tutt'oggi ritenuto uno delle migliori pellicole del sottogenere slasher.

I diritti del film, che fino a poco tempo fa erano in mano a Dall'Angelo Pictures, negli anni hanno generato diverse edizioni in DVD, compresa una ricercatissima versione doppio disco che cosi come tutte le altre è fuori catalogo da diverso tempo.

La notizia, che anche noi riportammo, ha originato da parte dei fan l'insistente richiesta all'azienda tedesca di avere per il prossimo autunno, non soltanto un'edizione che includa il blu-ray del film e la versione 4K (negli Stati Uniti uscita sul finire del 2018), ma anche il desiderio di ritrovarsi tra le mani un cofanetto che includa se non proprio tutti, almeno i principali film della saga.

Salvio Rà, del noto gruppo Facebook Collezioni DV, Blu-Ray e 4K ha spiegato come però, questa operazione sul mercato nostrano sia se non impossibile, altamente ardua e improbabile anche per una grande azienda come Midnight, che in questi anni ha comunque investito molti soldi per nuovi master e lussuosi box da collezione, alzando di non poco l'asticella per chi anche in Italia, vuole delle release home video curate e corpose. 


Nell'immagine che potete vedere qua sopra, sono riportati film per film tutte le aziende distributrici che hanno i diritti di ogni singolo capitolo della saga, compreso i due episodi girati da Rob Zombie nel 2007 e 2009  ed anche l'ultimo capitolo uscito lo scorso anno e diretto da David Gordon-Grenn, che ha ottenuto un ottimo successo internazionale.
Questa tabella esplicita come radunare tutti i diritti legati al franchise di Halloween sarebbe davvero un grande dispendio economico (ma anche un grande caos organizzativo?) per chi volesse soltanto provare a fare un'operazione come quella che nel 2014 portò all'uscita negli USA  di questo "box definitivo". A tutto questo va anche aggiunto che i capitoli del 1988 e 1989, cioè il quarto e quinto episodio, in Italia sono del tutto inediti nel mercato home video.

Dunque, non dilungandoci eccessivamente, niente ostacola a priori la Midnight Factory ad ottobre di sfornare un'operazione cosi complessa e completa, facendo sicuramente felici migliaia di fan lungo tutto lo stivale, ma è logico e del tutto normale aspettarsi invece un'edizione del primo carpenteriano episodio lussuosamente completa e con il miglior master audio/video sul mercato.
Se lo merita alla stra-grande questo film. 
E ce lo meritiamo alla stragrande anche noi. 

giovedì 16 maggio 2019

John Carpenter: «sono un regista sovversivo. Ai miei tempi l'industria del cinema rischiava, oggi no»


Nella giornata di ieri, 15 maggio 2019, John Carpenter ha ricevuto durante la prima giornata dell'edizione 2019 del Festival Di Cannes, il French Directors’ Guild’s Carrosse d’Or Award. Ovvero un premio alla carriera iniziata ormai 50 anni fa.
Interpellato da Helen Barlow del sito collider.com ha risposto ad alcune domande, che noi vi riportiamo di seguito tradotte integralmente.
Buona lettura.

COLLIDER: Cosa significa per lei questo premio?
JOHN CARPENTER: E' molto lusinghiero e bello riceverlo. E' meraviglioso che mi abbiano riconosciuto. Penso l'abbiano fatto perchè sono vecchio.

Si riconosce in questo premio? Da dove viene la sua creatività e spirito indipendente?
Ogni regista realizza i suoi film con creatività. Dovresti essere più gentile con i registi. Abbiamo bisogno del tuo amore.

Come si sente ad aver influenzato altri registi? Ad esempio, a lei si accredita l'inizio del genere slasher, Ha realizzato nel momento della loro creazione, che i suoi film avrebbero avuto tale influenza sul cinema che sarebbe venuto?
E' bello. Ma quando facemmo Halloween non sapevamo cosa si stesse creando. Volevamo solo fare un film, tutto qui.

Com'è cambiato il genere horror?
I generi cambiano sempre. L'horror ha fatto la differenza grazie alle sue sensibilità a paure; sarà sempre spaventoso. Tutti siamo nati: temiamo la nostra morte, abbiamo sempre paura. E' una cosa universale. L'umorismo non è sempre universale, mentre l'orrore lo è. Ecco perchè il genere è cosi incredibile.

Sarebbe in grado oggi, di fare gli stessi film di un tempo?
Non lo so.

L'industria cinematografica è cambiata?
Si, è cambiata enormemente. E' cambiata la tipologia di film. Oggi si fanno film sui supereroi. Se oggi si fanno film horror è perche' sono sicuri di fare dei soldi...non si prendono dei rischi.

Lei si è preso dei rischi, facendo dei film con i suoi soldi.
A volte si.

Quando ero al college studiavamo il lato sovversivo dei suoi film: Essi Vivono, Fog, La Cosa. Oggi i film horror non sembrano cosi sovversivi. Lei li ha deliberatamente creati cosi?
Si, si, Sono una persona sovversiva. Senza commentare la qualità dell'opera, non pensi che farli solo uscire fosse sovversivo?

Quindi Jordan Peele è un'eccezione?
Si, lo è.



Domani qui a Cannes verrà proiettato La Cosa. Che è uscito subito dopo E.T....
Vedo che lo sai.

Quindi è una bella vendetta per il film essere qui
(ride)

E.T. è un buon film per altri motivi, ma lei con la Cosa ha lavorato sul lato oscuro...
Si. E' grandioso che il film venga proiettato qui. E' una sorta di seconda vita per lui, Sono molto contento di questo.

Perchè lei è cosi attratto dall'annientamento e dalla fine del mondo nei suoi film?
Sono cresciuto in un'America dove a scuola leggevamo ancora La Bibbia. All'epoca ero molto giovane ed impressionabile quando lessi Le Rivelazioni....santo cielo! Dicevo: mi state prendendo in giro? La fine dei nostri giorni? Wow! Le immagini erano molto strane. Scoprimmo che c'erano immagini e simboli ebraici. La mia mente è esplosa. Cosi ho imparato tante cose anche su altre culture e sul loro concetto di fine del tempo. Pensavamo tutti a cosa sarebbe stato dopo la fine dell'umanità. Ne sono rimasto affascinato.

Lei è ateo, vero?
Si, mettila cosa: non credo nel soprannaturale. Quello esiste nei film, non nella vita reale. L'orrore nella vita è Bashar Al Assad che fa cadere armi chimiche sulla testa dei bambini.

Le piacerebbe girare un film sull'America di Donald Trump?
No. E' troppo terribile. Sono davvero spaventato per le sorti del mio paese adesso. Viviamo in tempi molto pericolosi.

Cosa può accadere secondo lei?
Ho davvero paura che non abbandonerà il potere. E' un uomo cosi cattivo, lo sapevo già quando ero un giovane del Sud. Mi spaventa tutto questo perche' adesso c'è odio per gli immigrati, crudeltà e omicidi. Ma penso che sia un discorso estendibile a livello mondiale. Perche' tutto questo sta tornando?

Howard Hawks era il suo eroe cinematografico quando era giovane?
Si, ho amato la sua opera. Datemi la possibilità di consigliare due suoi film: Rio Bravo e Avventurieri Dell'Aria.

Perchè non gira un western?
Ho avuto la possibilità di farlo. Forse ho paura di non riuscire a farlo bene.

Oggi è una rockstar che ha anche suonato al Rex di Parigi.
E' stato favoloso suonare li. Suono il sintetizzatore. Abbiamo fatto cose nuove, quindi ci sarà un nuovo album da far uscire e suonare.

Perchè ha creato la musica nei suoi film?
Ho iniziato a creare musica nella scuola di cinema che frequentavo. Non ci sono soldi per un'orchestra quando fai film a basso budget. Si può utilizzare un sintetizzatore  e si possono suonare grandi cose con la testiera. Per me è diventato un marchio di fabbrica.

Oggi le persone hanno il tema musicale di Halloween suo telefonini.
Mia moglie lo ha. Devi sapere che quel tema è stato creato con solo un pianoforte dentro una stanza.

In passato ha fatto dei flop e Hollywood l'ha abbandonata.
E' successo molte volte.

Come ha superato quei difficili momenti?
Non ci si può perdere in quello che gli altri dicono, nei loro giudizi. Bisogna amare il cinema più di ogni altra cosa per superare quei momenti.

Quando ci sarà un suo prossimo film?
Non ne ho uno in programma, ma sto lavorando su altre cose. Ho fatto un sacco di film e mi sono bruciato tante volte. Devo avere una vita mia. Ci dovrebbero essere una serie di circostanze favorevoli per poterne girare un altro; mi piacerebbe fare un altro film horror a basso budget oppure girare un'avventura, Sarebbe un bel progetto da realizzare se ci fossero le condizioni. Oggi ai nuovi registi danno 2 milioni di dollari per fare un film che è stato scritto per costarne almeno 10. Quindi devi spremere tutto al massimo ed io non voglio farlo.

Lavorerebbe ad una serie televisiva?
Si, ci lavorerei.


Immagini tratte da: reuters.com

lunedì 6 maggio 2019

Starman: disponibile dal 3 maggio una riedizione in DVD e blu-ray a cura Sony/CG


E' disponibile dallo scorso 3 maggio una riedizione in DVD e blu-ray di Starman, film girato da John Carpenter nel 1984. L'uscita, curata da Sony e distribuita da CG Entertainament dona nuova e ampia disponibilità sul mercato italiano home video di una delle pellicole meno chiacchierate della filmografia del regista americano.

Potete acquistare questa riedizione sia sul sito della CG Entertainament (clicca qui) sia su Amazon (clicca qui). 


lunedì 29 aprile 2019

Cannes 2019: il festival ospiterà John Carpenter per un evento a lui tutto dedicato


Come vi abbiamo già annunciato qualche settimana fa attraverso questa news, il prossimo 15 maggio John Carpenter riceverà a Cannes, all'interno del celeberrimo festival del cinema, un prestigioso premio alla carriera.

E' notizia recente però, che lo stesso giorno, all'interno del Théâtre de la Croisette, il regista sarà ospite per un incontro con i fan per discutere dei suoi 50 anni di carriera, con successiva proiezione speciale del suo film del 1982 La Cosa. L'evento sarà moderato da Yann Gonzales e Katell Quillévéré, due cineasti molto popolari in Francia e nel resto d'Europa. 

L'evento è organizzato da Canal+ in collaborazione con Société des Réalisateurs de Films.