giovedì 7 luglio 2016

TOdays Festival: la Playing The Game realizzerà un videogioco narrativo dedicato a John Carpenter


Riceviamo e pubblichiamo dal fondatore di Playng The Game e Game Design Week:


Ciao Il Seme Della, qui Paolo Branca, fondatore di Playing The Game e Game Design Week, iniziative dedicate alla varie sfaccettature del mondo dei videogiochi (Game Design Week sito ufficiale). Noi realizziamo, eventi, libri, workshop, game jam, stringendo collaborazioni con importanti realtà internazionali, tanto da diventare il punto di riferimento per quanti si interessano agli aspetti più attuali del videogioco!

A fine agosto si terrà a Torino il festival TOdays in cui sarà presente il regista John Carpenter con la sua band.

Per l’occasione abbiamo creato un laboratorio di tre giorni all’interno del quale realizzeremo un gioco ispirato alla filmografia del regista.

Qualche informazioni sulla partecipazione di John Carpenter al festival TOdays 2016, ci viene dall’intervista a Gianluca Gozzi, direttore artistico del festival:
«John Carpenter è sicuramente l’artista di questa edizione al quale personalmente tenevo di più, ed abbiamo fatto l’(im)possibile per assicurarci la sua presenza. (…) Come molti miei coetanei sono cresciuto amando film suoi come Halloween, Il Signore Del Male, Essi Vivono, 1997: Fuga da New York ed il suo sguardo critico sul mondo contemporaneo; (…) Vedere Carpenter per la prima volta suonare dal vivo è un sogno che pensavo sarebbe rimasto tale per sempre.» [Fonte: http://sentireascoltare.com/news/todays-2016-intervista-gianluca-gozzi/]

Durante il nostro laboratorio la produzione del gioco sarà svolta in gruppo e comprenderà attività quali la scrittura della sceneggiatura, la realizzazione della grafica e la scelta dell’accompagnamento sonoro.

Il laboratorio è totalmente gratuito ed è possibile candidarsi per partecipare fino a martedì 26 luglio 2016. I posti sono limitati e chi sarà selezionato avrà la possibilità di partecipare gratuitamente: Playing The Game: chi siamo.


Nessun commento:

Posta un commento