sabato 27 febbraio 2016

E' morto l'attore Tony Burton. Ha interpretato Welles in Distretto 13 di John Carpenter


E' morto nella giornata di giovedi 25 febbraio l'attore Tony Burton (nella foto sopra a sinistra), famoso per aver interpretato Tony "Duke" Evers nella saga di Rocky,  ma anche il detenuto Welles per John Carpenter nel film Distretto 13 - le brigate della morte.
Welles aveva  78 anni e da tempo era malato, anche se le cause del decesso non sono ancora state rese note.

mercoledì 24 febbraio 2016

Villaggio Dei Dannati: svelati gli extra della nuova edizione in blu-ray


Uscirà il 12 aprile attraverso la Scream Factory (solo per il mercato americano) una nuova edizione "collector's edition" di Villaggio Dei Dannati, remake di John Carpenter del cult horror britannico del 1962 di Wolf Rilla e girato dal regista californiano nel 1995. 
Secondo quanto riportato dal sito fangoria.com la release offrirà un'ìmmagine rimasterizzata in 1080 alta definizione con schermo in 2:35:1 e un'audio in 5.1 DTS; per chi pre-ordinerà il disco attraverso il sito della SF riceverà anche un poster 18x24 (fino ad esaurimento scorte). Gli extra presenti - sono molti:

- Documentario "It takes a village": con interviste al regista e agli attori della pellicola
- Horror Halloweed's Ground: documentario sui luoghi del film
- The guy to guy: intervista doppia con John Carpenter e Peter Jason
- Interviste d'epoca con Carpenter, parte del cast e Wolf Rilla, regista della pellicola originale
- Dietro le quinte
- Trailer
- Galleria fotografica 

venerdì 19 febbraio 2016

RECENSIONI CARPENTERIANE: Il Corpo Nel Cinema Di John Carpenter [eBook]

Titolo: Il Corpo Nel Cinema Di John Carpenter
Autore: Fabio Migneco
Casa editrice: La Case Books
Anno di pubblicazione: 2015
Dimensioni file: 673 kb
Pagine: 233
Sito internet: Le Case Books



Recensione a cura di: Fabio Pennywise Carpenter


A livello editoriale, il cinema di John Carpenter è stato analizzato in tutte le sue sfaccettature in questi anni, con opere di buon valore arrivate anche sul mercato italiano. Ed anche Il Corpo Nel Cinema Di John Carpenter in tal senso non fa eccezione: lavoro asciutto e concreto di Fabio Migneco, il vomume è diviso in capitoli (uno dedicato per ogni film) dove l'autore analizza la cinematografia del regista americano usando come unico denominatore la parola "Corpo", che esso sia quello multiforme e di origine aliena come in La Cosa, o che esso sia posseduto dal demonio e nascosto da una maschera come il Michael Myers di Halloween.

Sia chiaro, nelle 233 pagine di questo libro digitale non troverete nessuna opera definitiva, ma sicuramente Migneco quando ha cominciato a scrivere i capitoli che lacompongono si è prefissato l'obbiettivo di dare una chiave di lettura di ogni film il più diretta possibile, arricchendo lo scritto con aneddoti (alcuni anche a me ignoti, nonostante sia devoto carpenteriano da oltre 15 anni). Il risultato è una lettura scorrevole e piacevole, che denota ancora una volta come l'opera di John Carpenter sia più ricca d'analisi rispetto alla becera etichetta di "pornografo del cinema horror" che gli fu affibbiata ad inizio anni '80 e di come anche lungometraggi come la commedia action Grosso Guaio A Chinatown piuttosto che la fantascienza romantica di Starman, si contestualizzino bene anche se cronologicamente più a metà strada tra capolavori dell'orrore come La Cosa e Il Seme Della Follia.

Pubblicato il 5 maggio del 2015, l'eBook proprone anche un'intervista esclusiva a Carpenter e a sua moglie Sandy King, e considerando che la  prolifca casa editrice La Case Books lo mette a disposizione ad un prezzo interessantissimo, il consiglio e quello di dare una chance anche a questo progetto originale, che ben si incastona - come già detto sopra - tra le opere cartacee revisionistiche dedicate ad uno dei cineasti più influenti degli ultimi 40 anni. 

giovedì 18 febbraio 2016

Switzerland’s Neuchatel International Fantastic Film Festival: Nuova live e rassegna cinematografica per John Carpenter


Come riportato dal portale screendaily.com, John Carpenter si esibirà il giorno 6 luglio all'edizione 2016 del  Neuchatel International Fantastic Film Festival - che si tiene in Svizzera dal 2000 -  ma non solo. Infatti al regista californiano sarà anche dedicata anche una retrospettiva della sua opera, con proiezioni di alcuni dei suoi film. Al momento non si conosco i dettagli della programmazione, ma si presume che questi arriveranno ad aprile, quando l'organizzazione annuncierà il programma completo del festival.


mercoledì 17 febbraio 2016

"Distant Dream": ascolta il primo singolo estratto dal nuovo album di John Carpenter


Di seguito, potete ascoltare il singolo "Distant Dream", primo singolo estratto dal nuovo album di John Carpenter dal titolo Lost Themes 2. Rircordiamo che il disco uscirà il prossimo 15 aprile per la Sacred Bones Records nei formati CD, vinile e digital download.


venerdì 12 febbraio 2016

P.J. Soles: «Lavorare con Carpenter e Debra Hill era una garanzia. Sul set erano sempre molto complici»


Attrice molto popolare tra gli anni '70 ed i primi anni '80, P.J. Soles è operò diventata nota a molti fanatici dei film horror grazie al suo personaggio di Lynda Van Der Klok in Halloween - La notte delle streghe di John Carpenter del 1978. Il sito rue-morgue.com ha scambiato quattro chiacchiere con lei, che ha piacevolmente ricordato la sua collaborazione sia col regista californiano che con la produttrice Debra Hill.

traduzione a cura di Fabio Pennywise Carpenter 

RM.com: Mi piacerebbe sapere su cosa sta lavorando in questo momento
P.J.Soles: Vado ad un sacco di convention, e sto pensando all'idea di scrivere un'autobiografia e di aiutare una persona a scrivere la sua.

E a livello di film?
Un film alla quale mi è stato chiesto di far parte è William Froste, ci lavoreranno un sacco di attori famosi in ambito horror.

Cosa ne pensa di come è progredito il genere horror - e il ruolo delle donne in esso - negli ultimi decenni?
Non sono proprio il tipo che guarda film horror. preferisco commedie romantiche, come Lo Stagista Inaspettato, che penso sia davvero grande. Anna Hathaway li ha un grande ruolo. Credo che per troppo tempo noi donne abbiamo avuto delle vittime nei film, come per esempio Jamie Lee Curtis.

Cosa ci può dire del suo rapporto lavorativo con Debra Hill?
L'ho conosciuta nel 1977. Ma all'epoca essere donna e produttrice era anomalo per Hollywood, Mi sembrava strano vedere lei e John Carpenter lavorare cosi bene insieme. Pensavo "Wow, questo è grande". Un modello per noi donne. Era una grande scrittrice e produttrice.

Com'è stato lavorare con Carpenter e Hill? 
Debra e John era molto complici e lo si vedeva ogni giorno sul set. Parlavano sempre a bassa voce. Era una garanzia lavorare con loro, sapevano sempre quello che volevano. Ho sempre pensato che lei fosse una donna meravigliosa e li capii che la sua carriera stava prendendo vette molto alte. Purtroppo la sua vita si è interrotta presto, ma ha alzato l'asticella qualitativa per le donne nel settore. Non pensava mai a se stessa come donna, ma come produttrice. E questo mi piaceva molto. 

domenica 7 febbraio 2016

Il Signore Del Male: 34 cose (più o meno interessanti) che abbiamo appreso dal commento audio del film [PARTE 2]



traduzione a cura di Micol Basone
  • Il primo ruolo di Jason era all'interno dell'ultimo film di Howard Hawks - Rio Lobo. Ha avuto l'opportunità di morire tra le braccia di John Wayne. Carpenter aveva visto il film in anteprima in una versione più lunga e si ricorda che la scena della morte di Jason durava di più: «era un rifacimento letterale della scena di morte in Avventurieri Dell'Aria».
  • Donald Pleasence non era un buon guidatore e una volta si è perso per nel tentativo di raggiungere il set il primo giorno di riprese. Questo "incidente" ha fatto si che altre persone poi dessero un passaggio all'attore per evitare altri ritardi. «Una volta l'ho riportato a casa a Chateau Marmont» dice Jason «e devo dire che è stata la cosa più divertente che io abbia mai fatto. Ha avuto paura per tutto il viaggio».
  • L'unica volta in cui Jason ricorda di aver visto Carpenter arrabbiato era il giorno in cui girarono la scena di gruppo dove tutto sono all'interno della chiesa, poco prima che scoppi l'inferno. «Eri rimasti deluso da una persona. Non dirò chi, ma quella persona non riusciva ad azzeccare la propria battuta. In tutti i film che ho girato con te, non ti ho mai visto perdere la calma, ma con questa persona ti arrabbiasti proprio» - dice Jason rivolgendosi a Carpenter.
  • I due condividono alcuni ricordi su Jameson Parker. Aveva riportato una ferita nel periodo della serie TV Simon & Simon che gli causava dolori giornalieri. I baffi sono veri. E' un devoto cristiano ed una volta venne sparato da un uomo che diede della puttana a sua moglie. Ha due cani e Jason lo chiama "uomo da due cani".
  • L'autore dell'articolo osserva che solo al minuto 45:57 ricorda che quel Dirk Blocker del film è lo stesso della serie TV Brooklyn Nine-Nine.
  • La scena della signora con le borse che alza il coltello in aria mentre corre (min. 51:03) fu girata lasciando l'attrice ferma in un posto mentre un camioncino pieno di mattoni passa sullo sfondo.
  • I sogni furono girati prima su video e poi filmati direttamente dalla TV. 
  • Il simbolo che appare sul livido di Kelly (interpretata da Susan Blanchard) fu ispirato dalla copertina di un album dei Blue Oyster Cult.
  • I due sono entrambi d'accordo nel dire che il loro prossimo progetto insieme dovrebbe includere una scena d'amore per Jason.
  • Il trucco della carta è stato un'idea di Parker «Vedi? Uso le idee degli attori quando me ne propongono di buone» dice Carpenter. «Inventati qualcosa buona idea e la userò».
  • Jason si fa male ad una spalla al minuto 1:07:46, e si lamenta ancora oggi del dolore. «Questo?» dice un Carpenter incredulo guardando una scena.
  • Il lavoro di post-produzione, di editing e di mixaggio del suono ai Walt Disney Studios.
  • Jason non semba cogliere il concetto degli insetti e chiede più volte quando gli insetti appaiono sullo schermo da dove vengono, come sono stati filmati e chi se ne è occupato dopo. Lo fa in parte per infastidire Carpenter e funziona. 
  • La scena dello specchio è stata girata in parte utilizzando del mercurio. Hanno ricavato il velenoso materiale dai macchinari presenti sul set e l'hanno utilizzato per la parte in cui il personaggio immerge le mani nella superficie riflettente (dopo hanno reinserito il mercurio nei macchinari). Il braccio che appare sullo schermo è una protesi il che risponde anche alla domanda sul perchè l'orologio non calzasse bene sul polso. La scena inversa - quella delle dita nell'oscurità è stata girata all'interno di una piscina oscurata. 
  • Lisa Blount aveva paura a girare la scena in cui lei e Susan Blanchard si immergono nell'acqua scura. Era molto buio e non era sicura di riuscire a trattenere il respiro per la scena di lei che cerca di raggiungere la superficie. Carpenter si è poi scusato con lei.
  • «A livello visivo è uno dei miei film più controllati» dice Carpenter. «Ogni scena ha uno scopo alla base, mentre in altri film ho lasciato andare di più le cose. Ho lasciato che gli attori improvvisassero. Ogni scena in questo film è progettata nello specifico per comunicare qualcosa». Carpenter dice che ha causa del budget è stato costretto ad essere il più preciso possibile.
  • L'autore dell'articolo osserva che Carpenter accende e fuma all'incirca 3/4 sigarette durante questo audio commento

mercoledì 3 febbraio 2016

Lost Themes 2: su Newbury Comics disponibile una versione in edizione limitatissima


Il sito Newbury Comics ha messo a disposizione da quest'oggi il pre-order di Lost Themes 2 in una limitatissima edizione in sole 500 copie di colore "rosa lampone e verde smeraldo". 
Ma non solo, il sito svela anche alcuni particolari sul disco a noi ancora sconosciuti: il primo singolo estratto sarà "Distand Dream" e tutto il lavoro dovrebbe suonare meno elettronico del suo predecessore e più giocato su contrasti elettro/acustici. "Angel's Asylum" avrebbe un'atmosfera inquietante alimentanta da un'eterea linea di synth prima di esplodere in una melodia acustica; "Virtual Survivor" invece disegnerebbe paesaggi fantastientifici che rimanderebbero a pellicole come Essi Vivono e Distretto 13.

Lost Themes 2, annunciato ufficialmente nella giornata di ieri, uscirà per Sacred Bones Records il prossimo 15 aprile, e se non ancora dichiarati, i formati disponibili presumibilmente saranno vinile, compact disc e digital dowload. 

lunedì 1 febbraio 2016

Lost Themes 2: adesso è ufficiale. Il nuovo disco di John Carpenter esce il prossimo 15 aprile


A poche ore dall'indiscrezione di un nuovo album musicale di John Carpenter (LEGGI QUI),  è arrivata l'uffcialità attraverso l'etichetta Sacred Bones Records: la seconda prova in studio del regista americano si chiama Lost Themes 2 è sarà disponibile a partire dal prossimo 15 aprile. Anche se non sono al momento state rilasciate informazioni sui formati dispobili, si presume che cosi come per il primo capitolo, il disco sarà disponibile in vinile, CD e download digitale.  Presso lo store italiano di Amazon infatti, è già possibile pre-ordinare l'uscita in formato digitale (CLICCA QUI). Di seguito vi riportiamo cover e tracklist di Lost Themes 2:


01. Distant Dream
02. White Pulse
03. Persia Rising
04. Angel's Asylum
05. Hofner Dawn
06. Windy Death
07. Dark Blues
08. Virtual Survivor
09. Bela Lugosi
10. Last Sunrise
11. Utopia Facade
12. Real Xeno (bonus track)

Durata totale: 47 min. 22 sec.

Lost Themes 2: un'immagine apparsa in rete ne annuncia l'uscita?


Per adesso - ci teniamo a precisarlo - siamo solo nello status del rumor bello e buono, ma l'immagine che vedete quà sopra, apparsa sul portale John Carpenter - The Master of Horror questa notte, potrebbe essere la copertina di Lost Themes 2, nuovo album musicale del cineasta californiano. Il rumor potrebbe assumere i toni della semi ufficialità se si considera che la scorsa settimana, la Sacred Bones Records - etichetta che ha pubblicato lo scorso anno Lost Themes -  ha scritto sul proprio profilo Facebook in merito a Carpenter "major announcements next week" (importante ufficializzazione la prossima settimana).