mercoledì 9 dicembre 2015

John Carpenter: apparirà in un cortometraggio prodotto dalla Sacred Bones

Di seguito vi riportiamo la traduzione integrale dell'articolo apparso sul sito self-titledmag.com tradotto in esclusiva per il portale "Il Seme Della Follia" da Micol Basone.


La collaboratrice di Sacred Bones Jacqueline Castle ha trovato il cameo perfetto per The Puppet Man, il suo secondo cortometraggio prodotto dall'etichetta: l'icone horror John Carpenter. Secondo un comunicato stampa, la scena del regista è stata girata a Los Angeles intorno ad Halloween utilizzando lo stesso modello di station wagon guidato da Michael Myers

«Senza soldi ne tempo per i permessi, ho chiesto a John di incontrarci all'angolo di una strada abbandonata in una zona losca della valley» ha spiegato Castle. «E' arrivato fumando, mi ha messo sottotorchio mettendomi alla prova come regista, indugiando in oscure referenze a Distretto 13. Ho mantenuto la calma, ma la mia ansia deve essere trasparsa, perchè alla fine si è fermato, ha sorriso e ha detto "Ti sto solo prendendo per il culo."»

Per quanto riguarda The Puppet Man, è stata apparentemente ispirato dal musicista e attore Johnny Scuotto, che ha sviluppato un alter ego basato sulla marionetta con cui suo padre lo provocava da bambino. 

«Ho conosciuto Johnny nella scena musicale di New York» dice la regista. «Con le sopracciglia depilate, il suo cappello nero a fesa larga, e un maglione con la scritta Puppet Man sulla schiena. Sono rimasta subito affascinata dalla sua personalità autentica, magnetica e provocatrice.»

Come questa personalità verrà trasposta sullo schermo rimane da vedere: il film non ha ancora un trailer ma abbiamo questa GIF di chi sarà la spaventosa modella, fotografa e autrice Crystal Renn (al suo debutto come attrice).

The Puppet Man sarà presentato in anteprima al Sundance Film Festival il prossimo mese, i dettagli della messa in onda però devono ancora essere annunciati. E se ve lo state chiedendo, si, la musica di Carpenter sarà presente nel cortometraggio come colonna sonora, tratta dalla sua recente pubblicazione su Sacred Bones Records dal titolo Lost Themes. 


Nessun commento:

Posta un commento