martedì 24 novembre 2015

John Carpenter: pronte quattro serie TV che aspettando solo di essere trasmesse


Secondo quanto riportato dal sito ew.com il resista John Carpenter, grazie alla collaborazione della moglie produttrice Sandy King ha terminato il lavoro su ben quattro serie TV che aspettano solo di essere mandate in onda. Carpenter in merito ha dichiarato: 

«In questo momento ci sono quattro serie TV che aspettano una messa in onda. Per quanto mi riguarda, tutte e quattro verranno trasmesse. Voglio dire, sono ottime, e sono diverse da tutto ciò che c'è la fuori. Ci si spinge al di fuori degli attuali confini horror.»

Carpenter in realtà sarebbe regista solo degli episodi pilota di queste serie, e ne avrebbe curata la produzione e le colonne sonore e la moglie King avrebbe aggiunto che oltre agli spettacoli già annunciati per il 2016 in Islanda e Inghilterra, il marito potrebbe suonare dal vivo anche in altri paesi europei. Il regista californiano ha difatti cosi chiosato: «Ho la sensazione che ci saranno anche altri concerti, ma per adesso non posso dire niente perchè ho paura di essere ucciso» 

giovedì 19 novembre 2015

Release The Bats: a ottobre 2016 mini tour inglese per John Carpenter


Si chiama Release The Bats il mini tour di due date (al momento) che John Carpenter terrà nell'ottobre 2016 in Inghilterra. La prima sarà alla Albert Hall di Manchester  il 29 ottobre e la seconda la notte di Halloween: il 31 ottobre presso il The Troxy di Londra. Per l'occasione il resigsta (ma ormai più musicista ci verrebbe da dire) porterà dal vivo i suoi classici temi estratti dalle colonne sonore delle sue pellicole, brani estrate dall'album Lost Themes e alcune nuove composizioni. A riportare tutto questo è il sito empireonline.com

I biglietti per la data di Manchester sono acquistabili presso QUESTO link, mentre quelli per Londra a QUESTO link. 

mercoledì 11 novembre 2015

Pericolo In Agguato: 7 cose che potresti non sapere sul primo film per la TV di John Carpenter

Pericolo In Agguato (titolo originale Someone's Wacthing Me!) è il primo film per la TV girato da John Carpenter, tramesso dalla NBC il 28 novembre 1978 anche se completato prima del suo cult horror Halloween (lanciato il 25 ottobre dello stesso anno al cinema). Il Seme Della Follia vi elenca cose che non potreste non sapere su questo interessante thriller dal retrogusto hitchcockiano poco noto in Italia. Buona lettura. 


  • La sceneggiatura originale di Someone's Watching Me! fu scritta e venduta da John Carpenter alla Warner Bros nel 1977 col titolo originale di High Rose, ma solo dopo i primi riconoscimenti europei di Assault On Precint 13 (Distretto 13 - Le Brigate Della Morte in Italia) la casa produttrice decise di farne un film televisivo, ingaggiando lo stesso regista dietro la macchina da presa. 
  • La prima TV Italiana avvenne nel marzo 1984 da parte della RAI e successivamente replicato negli anni da RAI2 in rarissime occasioni.
  • Per molti anni questo è stato ritenuto "il film perso di Carpenter", dato che le emittenti televisive mondiali lo snobbarono nella loro programmazione e non fu mai distribuito una versione home video in VHS. Solo il 25 settembre 2007 la Warner pubblicò il film in DVD, mentre in Italia è stato distribuito nel medesimo formato in un cofanetto con due supporti dalla Cult Media (con una copertina ambigua che sembra indicare più un film erotico che un thriller). Non esistono al momento versioni in blu-ray della pellicola.
L'ambigua copertina del cofanetto doppio DVD per il mercato italiano a cura della Cult Media 
  • Carpenter, che prima di questo TV Movie aveva girato solo due film, dichiarò in merito a questo tipo di operazione: «Non mi piace la televisione per un gran numero di ragioni, soprattutto per la censura. Cio che loro vogliono da te è l'omogeneizzazione. Vogliono il punto di vista zero. La televisione è significativamente differente rispetto al cinema. Principalmente perchè la narrazione è continuamente interrottà dalla pubblicità. In secondo luogo perchè la composizione visuale per lo scherzo TV è del formato 1.33:1, un'immagine quadrata, all'opposto dell'immagine rettangolare del formato Panavision. In terzo luogo la televisione funziona meglio con i primi piani.»
  • Per questo film il regista californiano utilizzò per la prima volta la macchina da presa Panaglide, di tipo giroscopica, che consenti' a Carpenter di muoversi liberamente senza carrello per la casa e per salire e scendere le scale consentendogli movimenti scorrevoli e continui. Tale tipo di telecamera verrà usata anche abbondantemente nel suo film successivo Halloween (esempio perfetto di un ottimo utilizzo di questa macchina è la scena iniziale del film). 
  • Nonostante sia stato girato diversi mesi prima di Halloween, Pericolo In Agguato è stato trasmesso in TV dopo che la pellicola dedicata a Michael Myers fosse uscita al cinema. La prima TV avvenne il 29 novembre 1978 dalla NBC all'interno del ciclo "Tales Of The Unexpected Special".
  • L'attrice Adrienne Barbeau in questo film recitò per la prima volta al servizio di Carpenter. I due si sposeranno l'anno successivo e divorzieranno nel 1984. Dalla loro unione è nato il figlio musicista Cody. 

RECENSIONI CARPENTERIANE: le nuove uscite in Blu-Ray. Guida verso l'acquisto

Negli ultimi anni pare che la filmografia di John Carpenter in home-video stia acquisendo sempre più prestigio, al punto che se prima film che noi cinefili riteniamo imprescindibili erano riversati su blu-ray mediocri, adesso diversi distributori fanno a gara per restaurare persino pellicole meno famose e distribuirle. Di seguito sono elencati gli aggiornamenti su alcuni titoli recenti che nella precedente lista non erano ancora disponibili.
servizio a cura di Riccardo De Franco 

DARK STAR (1974) 
CONSIGLIATO: blu-ray italiano 
LINKamazon.it
NOTE: Il primissimo lungometraggio di John Carpenter è disponibile in blu-ray anche in Italia! Incredibile a dirsi, considerato quanto sia di nicchia questo titolo già all'estero... e per nostra fortuna la qualità del video è la stessa dell'edizione inglese (la quale è attualmente la migliore sul mercato). 
Quindi se volete gustarvi il film col doppiaggio italiano l'acquisto del prodotto nostrano è ampiamente consigliato; se potete fare a meno dell'italiano tuttavia – sottotitoli compresi – il blu-ray inglese è l'ideale per gli appassionati: contiene entrambe le versioni del film (cinematografica e director's cut), un folto elenco di contenuti extra, e una doppia copertina che si può rivoltare per mostrare alcune locandine originali del film. 
Altri blu-ray in circolazione sono sconsigliati, in particolar modo la prima edizione tedesca, con un pessimo video; è ancora da verificare se la seconda edizione abbia rimediato al problema. 


ASSAULT ON PRECINCT 13 (Distretto 13 - Le brigate della morte, 1976) 
CONSIGLIATO: blu-ray italiano 
LINK: amazon.it
NOTE: Come successo per Dark Star, i detentori dei diritti per l'home-video italiano di Distretto 13 hanno capito che nella situazione tragicomica del nostro mercato noi appassionati non chiediamo altro che un blu-ray che offra né più né meno la stessa qualità video che offrono supporti esteri. Detto fatto il disco italiano ripropone il master video dell'edizione americana Shout Factory (quest'ultima consigliata agli anglofoni che vogliono ricchi extra e una confezione da collezione), ed eredita dal vecchio dvd i contenuti extra che abbiamo sempre visto (interviste, trailer, foto di produzione). Comprate a colpo sicuro. 
APPROFONDIMENTO: C'è una diatriba in corso sulla colorimetria del film. In Germania infatti è uscito un blu-ray che presenta la fotografia del film con dei colori più caldi; non ci è dato sapere con certezza se i colori dell'edizione americana (e quindi anche della nostra) siano quelli originali, in quanto né Carpenter né il direttore della fotografia finora si sono espressi al riguardo, anche se stando al parere di alcuni esperti i colori del master americano sono il risultato di un errore nel processo di color correction, il che renderebbe l'edizione tedesca più accurata. Sennonché, nel booklet del blu-ray tedesco si legge che il master è stato realizzato partendo dalla fonte americana, ergo viene spontaneo presumere che se l'edizione americana ha i colori errati, di riflesso anche quelli della tedesca possono essere sbagliati! 
Non vi è una soluzione definitiva a questi dubbi, pertanto vi lascio con un'opinione personale e con una certezza: la certezza è che il master tedesco ha un contrasto troppo accentuato - decisamente poco naturale per essere un elemento proprio della fotografia originale - mentre quello americano/italiano mostra un quadro più morbido ma più autentico. Riguardo alla mia (personalissima) opinione, penso che la colorimetria del nostro disco riproduca uno stile molto vicino ad altri film carpenteriani, non mi stupirebbe affatto se fosse confermato che la pellicola originariamente aveva proprio questo aspetto. A voi la scelta, d'altronde al nostro dignitoso blu-ray la Germania offre un'invitante alternativa tra un economico disco singolo oppure una collector's edition in formato digibook con tre dischi. 
ESCAPE FROM NEW YORK (1997: Fuga da New York, 1981) 

CONSIGLIATO: blu-ray statunitense (edizione Shout Factory) 
LINKamazon.it

NOTE: In Italia (così come nel resto d’Europa) continuano a riciclare il vecchio obbrobrioso blu-ray del 2009. Cambia la confezione ogni volta, magari la abbelliscono (l’ultima è una sottospecie di steelbook con l’artwork frontale incollato sopra…), ma di fatto ci propinano sempre un disco inadeguato e inguardabile, quindi a malincuore devo scoraggiare nuovamente l’acquisto di qualsiasi blu-ray italiano di questo cult. 
In America invece adesso si può scegliere tra due edizioni, infatti oltre alla versione MGM presente sul mercato già da qualche anno (amazon.it), la Shout Factory propone la sua versione, la sesta collector’s edition del suo catalogo dedicata al Maestro dell’Orrore. L’edizione da preferire? MGM è più economica, ma la Shout Factory offre un packaging da collezione, ore e ore di extra e un nuovo trasferimento HD. 
APPROFONDIMENTO: La particolarità del disco Shout Factory è che il blu-ray presenta un quadro molto più luminoso e con colori leggermente più vividi rispetto al disco MGM (che in alcune sequenze sembra particolarmente scuro). Ed ecco che quindi si ripresenta l’annosa domanda: quale sarà la versione corretta e fedele all’originale? 
Il sottoscritto stavolta è andato dritto alla fonte, più precisamente alla pagina facebook ufficiale di John Carpenter. Il regista a volte risponde personalmente a commenti o messaggi sulla sua bacheca, e dopo avergli scritto privatamente esponendogli il dubbio amletico, ho miracolosamente ottenuto una risposta. Mostrandogli due immagini che pongono a confronto la stessa scena, prese rispettivamente dai due blu-ray statunitensi, gli ho chiesto quale rispecchiasse maggiormente il look originale, o comunque quale rispettasse le sue intenzioni. La risposta secca è stata Shout Factory. 
Ho ancora qualche dubbio dovuto al fatto che la scena che gli ho mostrato era una di quelle meno problematiche, laddove altre scene sono rappresentate in maniera drasticamente diversa dai due blu-ray. Tuttavia non si può ignorare che per la prima volta, forse in assoluto, John Carpenter ha detto la sua sull’edizione home-video di un suo film. 


CHRISTINE (Christine – la macchina infernale, 1983)
CONSIGLIATO: blu-ray italiano
LINK: amazon.it
NOTE: Restaurato un paio di anni fa, Christine sfoggia un sontuoso quadro fedele alla pellicola originale. Questo blu-ray è disponibile in italiano, con una validissima edizione che include anche un commento audio, le scene eliminate e un backstage. Consigliato.

VILLAGE OF THE DAMNED (Villaggio dei dannati, 1995) 
CONSIGLIATO: nessuno 
NOTE: Il blu-ray distribuito recentemente nel mercato anglosassone è un passo avanti rispetto alle controparti in dvd, ma questo film va annoverato, alla stregua di “Le Avventure di Un Uomo Invisibile”, tra i dischi da sconsigliare. Il video è stato pesantemente manipolato con filtri digitali che hanno reso l’immagine molto meno nitida e più pastosa di quanto dovrebbe essere. Il consiglio è di attendere per vedere se altri distributori vorranno rimettere mano alla pellicola per fare un lavoro migliore, altrimenti se proprio non potete farne a meno per motivi collezionistici, l’edizione inglese è attualmente l’unica versione in HD (si fa per dire) di Villaggio Dei Dannati.

VAMPIRES (1998) 


CONSIGLIATO: blu-ray statunitense 
NOTE: Il blu-ray francese distribuito qualche anno fa mostrava un ottimo quadro video, che svettava sulla mediocre edizione tedesca, ma a quanto pare la colorimetria originale del film era stata pesantemente alterata rimuovendo quell’accentuata tinta rossa che permeava le immagini e che era voluta da Carpenter per donare al film un’atmosfera “sanguigna”. Sony e Twilight Time, che hanno già collaborato per l’eccellente blu-ray di Christine, hanno unito le forze per restaurare Vampires e sfoderare un master video che sorpassa facilmente tutti gli altri: ora finalmente il film sfoggia una qualità visiva eccezionale e l’originale tonalità rossastra della fotografia. 
Purtroppo attualmente il blu-ray si può acquistare solo dagli Stati Uniti, dal sito della Twilight Time o da Screen Archive Entertainment, ad un costo di circa 37 €; lingua e sottotitoli italiani naturalmente sono assenti ma il disco è leggibile anche sui lettori europei. L’edizione è limitata in 5000 copie e andrà presto esaurita, chi vuole rischiare può attendere una futura edizione italiana, ma potrebbe non arrivare facilmente per questioni di diritti di distribuzione.

martedì 3 novembre 2015

Inside Michael's Mask: guarda il trailer sul documentario dedicato a Tony Moran


E' apparso solo per qualche secondo nella scena dove Michael Myers perde la maschera (vedi immagine sopra), ma è diventata negli anni un'icona horror: parliamo dell'attore Tony Moran, che nel 1978 ha interpretato il serial killer senza maschera nel cult movie di John Carpenter - Halloween La Notte Delle Streghe (la controparte mascherata invece, è stata interpretata da Nick Castle). La case di produzione Insomniac e Lock It Down hanno unito le loro forze per creare un documentario indipendente dedicato a questa figura leggendaria ma poco conosciuta al grande pubblico dal titolo Inside Michael's Mask With Tony Moran  e che vede alla regia David Langill e Giordania Pacheco. A riportare tutto questo è il portale halloweendailynews.com.

Il film è un accesso diretto nella vita privata di Moran, dal successo di Halloween alle sue partecipazioni a congressi indie cinematografici alla quale partecipa senza sosta da ormai 37 anni e vedrà le testimonianze di Ernie Hudson (Ghostbusters), Dee Wallace (E.T.), PJ Soles (Halloween) e tanti altri, e inizialmente previsto per questo autunno, il lungometraggio uscirà nell'ottobre del 2016. Langill in merito ha dichiatato: 

«Ci stiamo assicurando che il documentario sia il miglior prodotto possibile da dare ai fans. Abbiamo fatto un sacco di riprese, ma abbiamo deciso di visionare ancora meglio tutto il materiale che abbiamo a disposizione. Il trailer che vedete è solo è un piccolo assaggio della storia che abbiamo intenzione di raccontarvi»